ESCURSIONI E TERRITORIO

CAPRI E ANACAPRI

Notissima meta del turismo internazionale che deve il suo successo alla varietà dei luoghi e al suo straordinario patrimonio storico e ambientale. Da non perdere la visita alla villa di Augusto, la passeggiata nella mitica piazzetta, nonché il giro dell’Isola via mare per apprezzarne al meglio la bellezza: pittoresche insenature dai colori meravigliosi, la Grotta Azzurra e i famosi faraglioni.

 

POMPEI E VESUVIO

Era il 79 d.C. quando avvenne la catastrofe. Sommersa da ceneri e lapilli, oggi l’antica città di Pompei si presenta in uno stato di conservazione sorprendente non solo nelle architetture, ma anche nei materiali ritrovati nelle abitazioni o nei negozi offrendo una testimonianza commovente della vita quotidiana dell’epoca. Gli scavi, iniziati nel 1709, hanno riportato alla luce patrimonio archeologico, artistico e storico di valore inestimabile che attira ogni anno milioni di visitatori. Maestoso e inquietante, il Vesuvio è da sempre il grande protagonista del paesaggio partenopeo.

 

PAESTUM

La piana di Paestum, con i suoi tre grandi templi dorici, è uno spettacolo indimenticabile. Notevole e suggestivo complesso architettonico della Magna Grecia, Paestum è uno dei siti archeologici più importanti del mondo. Il museo conserva alcune tra le opere più importanti dell’Italia meridionale: famosissimi gli affreschi dellaTomba del Tuffatore. Storia e racconto, arte e tecnologia, nell’originale museo narrante di Hera Argiva.

 

OASI WWF DI MORIGERATI

Il fiume Bussento, per circa 6 km, scompare alla vista degli occhi per poi riapparire nei pressi del paese di Morigerati. Dal 1995 la risorgenza del Bussento è Oasi del WWF per la protezione della flora e della fauna. Con l’escursione si percorrerà un sentiero ricco di vegetazione e si accederà all’interno di un cunicolo per circa ottanta metri sotto terra seguendo il percorso sotterraneo del fiume.

 

PADULA / PERTOSA

Padula la Certosa di S. Lorenzo (1306) è uno dei monasteri più grandi del mondo con 32.000 mq di superficie e tra quelli di maggior interesse in Europa per importanza architettonica. Le Grotte dell'Angelo di Pertosa, risalenti a circa 35 milioni di anni or sono, offrono uno spettacolo della natura unico costituito dal laghetto da attraversare con barcone, da cascate, stalattiti, stalagmiti dalle forme più fantasiose e corridoi arabescati illuminati dal gioco sapiente delle luci.

Punta Licosa è uno dei luoghi più incantevoli del Cilento il cui nome è legato alla leggenda della sirena Leucosia (in greco significa “bianca”), la quale si diede la morte da una rupe della costa per un amore non corrisposto, e il suo corpo prese le forme di uno scoglio, l’isola di Licosa per l’appunto.

 

Arroccato sulla cima di una collina, il paese – roccaforte di Castellabate domina le sue 5 frazioni marine (Santa Maria, San Marco, Lago, Ogliastro Marina, Licosa).

 

Terra di antichi miti e grande bellezza,Palinuro è un importante centro turistico della costa cilentana. Panorami straordinari, acque incontaminate, distese di spiagge, insenature e grotte marine attraggono estimatori e amanti della natura e del mare.

 

Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano comprende un territorio di circa 180.000 ettari (è il secondo parco Nazionale più esteso d’Italia) delimitato a nord dalla piana di Paestum, a est dal Vallo di Diano, a ovest e a sud dal mar Tirreno.

 

La Certosa di San Lorenzo a Padula è il maggior monumento monastico dell’Italia meridionale, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. I lavori per la sua costruzione ebbero inizio nel 1306 per volere di Tommaso Sanseverino e si protrassero fino alla fine del XVIII sec.

 

Se vi siete mai chiesti dove è nata la tanto decantata “Dieta mediterranea” ora avete la risposta: a Pioppi, nel Cilento. Fui qui che il medico americano Ancel Keys studiò gli effetti dell’alimentazione tipica del Sud d’Italia scoprendone i benefici, soprattutto per la riduzione delle malattie cardiovascolari.

 

Il paese di Camerota.
Qui il tempo sembra scorrere più lento e invita a passeggiare tra i vicoli tortuosi del tipico impianto medievale. Il color terracotta delle case si intensifica sotto i raggi del sole e in alcuni punti si scorge il mare che scintilla in lontananza.

Show More
Show More

Il Cilento... Terra ospitale di innegabile bellezza...

ricca di eccezionali testimonianze storiche ed archeologiche, aree verdi e coste affacciate su un mare tra i più puliti d’Italia. Questo è ilCilento, l’area più bella della regione campana, con un litorale in parte ancora selvaggio segnato da spiagge dorate, calette e scogliere; paesi caratteristici annidati tra colline e montagne; affascinanti borghi che profumano di mare e un rigoglioso Parco Nazionale, vero e proprio “santuario della natura” e “paesaggio vivente” protetto dall’Unesco. In questi luoghi la Magna Grecia incontra la dieta mediterranea, i miti antichi si intrecciano a quelli moderni, l’azzurro del cielo si confonde con quello del mare in un susseguirsi di splendide vedute scenografiche. Dai templi diPaestum alle fortezze costiere, dalle rovine di Velia al monastero di San Lorenzo, dal mito di Palinuro ad Hemingway, da Punta Licosa alle Dolomiti del Sud, il Cilento riserva sorprese stupefacenti. Si fa presto a restare affascinati da questo territorio magico, così variegato e allo stesso modo autentico, straordinario luogo di vacanza e relax che ammalia il visitatore come la sirena Leucosia ammaliò Ulisse.

 

Il Cilento è una subregione che si trova nel sud della provincia di Salerno. Al settentrione è racchiuso tra il fiume Sele e il Mar Tirreno, mentre confina con laBasilicata nella parte meridionale. La maggior parte di questo territorio fa parte inoltre del Parco Nazionale del Cilento,Vallo di Diano e Alburni. Spesso sottovalutato anche da chi ci vive, il Cilento ha però una storia millenaria ed è ricco di bellezze artistiche e naturalistiche che non possono passare inosservate, e che ne fanno la meta privilegiata di un turismo che richiama visitatori da ogni parte del mondo. Vediamo quindi cosa vedere nel Cilento.

 

L’area archeologica di Paestum è una dei principali siti archeologici del mondo ed è riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità. La città fu fondata nella Piana del Sele (soprannominata la Piana degli Dei) dai coloni greci agli inizi del VI sec. a.C con il nome di Poseidonia, la città di Nettuno.

 

Velia, l’antica Elia (dal nome della sorgente locale Hyele), fu un’importante città della Magna Grecia fondata intorno al 540 a.C. da esuli di Focea sulla sommità di un promontorio.

 

Acciaroli è un caratteristico borgo di pescatori diventato in pochi anni una rinomata località balneare potendo vantare un mare tra i più puliti d’Italia. Lachiesa dell’Annunziata (1187) e i resti della torre angioina dominano il porticciolo alle cui spalle si estende il centro storico, piccolo e accogliente, con i suoi vicoli, le piazzette, i negozietti, dove ancora si respira l’atmosfera dell’antico villaggio marinaro.

spettacoli

1/5

1/6

1/8

1/3

1/12

relax

Il Camp è sito subito dopo il parco naturale del Cilento...

Il paese è a pochi metri dal paese e si raggiunge anche a piedi dalla spiaggia!!

Tanti spunti per escursioni e uscite!

1/30

© 2012 by ISOLA CAMP. No animals were harmed in the making of this site.

  • facebook-square
  • twitter-bird2-square
  • google-plus-square

Amici e partners:

1/2

1/2
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now